birra3Abbazia:

Sono birre che hanno una tradizione monastica, in quanto inizialmente erano prodotte da monaci benedettini e cistercensi, che ora vengono realizzate a livello industriale da birrai che ne hanno acquistato le licenze. Alcune hanno nomi che evocano abbazie ancora esistenti (Leffe, Grimbergen) o scomparse ( Abbaye des Rocs). Trattasi di birre per lo più belghe ad alta fermentazione, piuttosto alcoliche e corpose. Presentano uno spiccato profumo e un colore ambrato che va dal dorato al marrone.

Ale:

Si tratta della birra inglese per eccellenza sebbene abbia origini fiamminghe. E’ ad alta fermentazione ed a basso contenuto alcolico. Si hanno diverse tipologie di Ale con diverso colore e caratteristiche. C’è la pale ale (la Bass), che ha colore ambrato, gusto leggermente amaro e 4,5 gradi alcolici.La bitter ale presenta un sapore decisamente amaro ed è sui 4 gradi alcolici. La mild ale è una birra in antico stile, dal colore bruno, un sapore dolciastro e non molto alcolica (3 - 3,5% vol). La brown ale presenta un colore scuro, è molto caramellata e si attesta sui 5 gradi. Si hanno anche ale dall'elevata gradazione alcoolica tra queste si annoverano la strong ale (5,5% vol.), la old ale (altre 7 gradi), mentre la scotch ale, una birra scozzese poi ripresa dai belgi raggiunge i 7 gradi.

AltBier:

Birra tedesca originaria di Dusseldorf ad alta fermentazione. Il nome indica una birra prodotta all’antica (alt in tedesco vuol dire vecchio); è caratterizzata da un colore ambrato, dal sapore luppolato e leggera dal punto di vista alcolico (circa 5 gradi ).

Barley wine:

Birra tipica inglese, la barley wine (vino d’orzo) è una ale con forte gradazione alcolica ( da 6 a 11 gradi). Presenta un colore bruno cupo, polposo ed opulento al palato.

Bier Blanche:

Birre tipiche del Belgio, della regione del Brabante (la più famosa si produce nel villaggio di Hoegaarden) ma prodotte anche in Francia ed Olanda. Originariamente erano a fermentazione spontanea, ora si producono ad alta fermentazione. Sono birre di cereali con precise composizioni: grano (45%), orzo (45%) ed avena (10%). Alcune possiedono maggior carattere grazie all’utilizzo del farro al posto del grano. Presentano un sapore leggermente acidulo e un colore giallo velato che non deriva dalla tostatura del malto ma dalla tinta del frumento. Le caratteristiche del suo sapore acidulo sono dovute all'aggiunta di aromi come coriandolo, scorze d’arancia o curaçao. Ha gradazione alcolica di circa 5 gradi. Tra le più note vi sono la Blanche di Bruges e la Steendonk.

Bier de Garde:

Si tratta di birre del tipo ale prodotte nella regione di Nord-Pas-de-Calais nel nord della Francia. Ad alta fermentazione, fruttata, ben strutturata, dal colore ambrato e presentano un contenuto alcolico tra i 6 ed i 7 gradi. Particolare è la cura dedicata alla stagionatura ed all'imbottigliamento di tale tipo di birra; una bière de garde è conservata dapprima in botti e tini di legno e successivamente in bottiglie da vino con tappo in sughero, dove avviene la rifermentazione. Marche di riferimento sono: Jenlain,Sebourg, Couvèe des Jonquilles.

Bock:

Qualità di birra a bassa fermentazione, che se pur originarie di Einbeck nel nord della Germania, sono divenute specialità bavaresi. Esistono tipologie sia chiare che scure. Presentano un carattere caloroso che le fa preferire negli ultimi mesi dell’anno, un gusto molto maltato e rotondo, caratterizzato da un po’ di amaro.La gradazione alcoolica variabile tra i 6 ed i 7,5 gradi. Esiste anche il tipo Doppelbock che supera ampiamente i 7 gradi. Esistono anche bock come la Eku che arrivano ad 11%. Tipica bock è la Paulaner il cui nome deriva dai monaci di San Francesco di Paola, i primi a fare una bock a Monaco di Baviera.

Berliner Weisse:

Birra di frumento tipica di Berlino con circa il 3% di alcol e dall’aspetto lattiginoso. A volte viene servita con del succo di frutta per attenuarne la forte acidità.

Bière de Mars:

Francese a bassa fermentazione prodotta in autunno e consumata per festeggiare l’inizio della primavera. Solitamente è ben strutturata, di colore ambrato e con un’alcolicità vicina al 5%.

Birra di puro Malto:

Birra prodotta con malto d’orzo e/o malto di frumento senza l’aggiunta di cereali non maltati.

 

Birra Speciale:

Secondo la legge italiana è una birra con almeno 12,5 gradi Plato, e circa 5,4/5,8° gradi alcol sul volume.

Bitter Ale:

La più classica delle birre inglesi, tipicamente servita alla spina. Possiede circa il 4% di alcol, un colore ambrato e un deciso carattere luppolato. Le versioni best e special sono leggermente più alcoliche.

Brown Ale:

Inglese di colore ambrato intenso e dal gusto leggermente dolce. Tipicamente tra il 3,5 e il 4,5% di alcol.birra1

Cream Ale:

Definizione per una birra americana chiara, non particolarmente strutturata nel corpo e nel gusto. Spesso viene tagliata con una lager chiara. Vicina al 5% di alcol.

Dortmunder Export:

Si tratta di una birra tedesca a bassa fermentazione originaria della città di Dortmund, dal colore ambrato, leggera di corpo, mediamente secca ed con una gradazione alcolica di circa 5.5 gradi.

DoppelBock:

Birra della Germania meridionale a bassa fermentazione e alto contenuto alcolico, di solito oltre il 7,5%. Di colore ambrato carico o quasi scuro, tradizionalmente veniva prodotta in primavera. Spesso il nome del prodotto contiene il suffisso "ator", se messa in vendita durante la quaresima.

Doppio Malto:

Secondo la legge italiana è una birra con una gradazione Plato non inferiore a 14,5, e con circa 6,5% di alcol sul volume.

Draught:

In inglese significa letteralmente "alla spina".
Le lattine e le bottiglie che riportano questa indicazione contengono un dispositivo meccanico atto a simulare l’effetto di spillatura della birra.

 

Dubbel-Double:

Ale belga rifermentata in bottiglia dal colore ambrato e carattere maltato. Spesso è una birra trappista o di abbazia.
 

Dunkel:

Il termine dunkel (anche dunkles) identifica uno stile di birra tedesco caratterizzato dal colore scuro: "scuro" è proprio il significato letterale di "dunkel", in lingua tedesca. Questo stile appartiene alla famiglia delle lager: si tratta cioè di birre a bassa fermentazione.
Le dunkel, ancora più delle weizen e delle helles, sono uno stile di birra tradizionale di Monaco e sono popolari in tutta la zona rurale della Baviera. Con una concentrazione alcolica compresa solitamente tra 4.5% e 6%, le dunkel sono meno forti delle doppelbock, un altro stile di birra scura bavarese. Le dunkel non sono necessariamente nere, anzi: il colore varia dall'ambrato carico fino al marrone molto scuro.
Il più delle volte, una dunkel è una lager scura, ma talvolta il termine è utlizzato anche per indicare birre weizen scure, come per esempio la Franziskaner Hefe-Weisse Dunkel; si tratta di birre fruttate e dolci dal sapore di malto più accentuato.
Per chiarire l'ambiguità queste birre sono indicate talvolta come dunkel weizen.
Le lager chiare non divennero comuni che alla fine del XIX secolo, quando i progressi tecnologici resero più semplice la loro produzione. Questo stile presenta un caratteristico sapore di malto, dovuto dal processo di produzione che impiega la tecnica della tripla decozione.

EisBock:

Birra a bassa fermentazione prodotta seconde vecchie metodologie; la tecnica prevedeva il congelamento del fusto così da eliminare acqua alla birra, aumentandone il grado alcoolico (che va dai 6,5 gradi in su) e dando così corpo al sapore stesso.

 

Export:

Spesso è sinonimo di Dortmunder altrimenti può identificare una qualsiasi birra nata per l’esportazione. Altre volte dovrebbe indicare un prodotto di qualità superiore.


Faro:

Si tratta di una birra, il cui nome deriva dall’originaria cittadina del Portogallo, composta dall’associazione di una Lambic ed una birra di Marzo. Tale miscela viene allungata con acqua ed è addolcita con l’aggiunta di zucchero caramellato. Le Faro non presentano quindi il sapore acidulo tipico delle Lambic quanto piuttosto un retrogusto agrodolce. Hanno una gradazione alcolica che si aggira sui 3 gradi.

Framboise-Frambozen:

Lambic di lamponi. Adatta per le occasioni eleganti, si serve leggermente fredda, in un bicchiere tipo flute.


Kölsch:

Birra ad alta fermentazione tipica di Colonia. Il suo colore è dorato, il sapore è delicato e secco. La gradazione alcoolica si aggira attorno ai 4,5 gradi.


KellerBier:

Bavarese a bassa fermentazione non filtrata. È tipicamente poco frizzante, con un buon tenore di luppolo.


KulmBacher:

Proveniente da Kulmbach, in Baviera. Realizzata con la bassa fermentazione, è di colore scuro e buona struttura.
birra2


Kriek:

Una lambic che ha subito un'ulteriore fermentazione grazie all'aggiunta di ciliege intere. Ideale come aperitivo. Si serve leggermente fredda in un bicchiere flûte. Belga risultante da un taglio di alcune lambic stagionate in botte e altre giovani, rifermentata in bottiglia. Attorno al 5% di alcol


IceBeer:

Sono birre che hanno successo soprattutto in USA ed in Canada che consistono in una versione moderna della Eisbock.


Imperial Stout:

Stout nata nel Regno Unito per essere esportata nella Russia Imperiale. Concepita per essere conservata a lungo, è una birra più alcolica di una stout tradizionale, arrivando facilmente all’8%.


India Pale Ale-IPA:

Inglese destinata tradizionalmente all’esportazione in India. Versione più alcolica e luppolata della semplice pale ale, supera facilmente il 5% di alcol.


Kölsch:

Birra ad alta fermentazione tipica di Colonia. Il suo colore è dorato, il sapore è delicato e secco. La gradazione alcoolica si aggira attorno ai 4,5 gradi.


KellerBier:

Bavarese a bassa fermentazione non filtrata. È tipicamente poco frizzante, con un buon tenore di luppolo.


KulmBacher:

Proveniente da Kulmbach, in Baviera. Realizzata con la bassa fermentazione, è di colore scuro e buona struttura.


Kriek:

Una lambic che ha subito un'ulteriore fermentazione grazie all'aggiunta di ciliege intere. Ideale come aperitivo. Si serve leggermente fredda in un bicchiere flûte.


Lager:

La lager è la classica birra a bassa fermentazione. Presenta un colore dorato, il sapore leggermente amaro (la pilsner è una lager più amara), una alcolicità che si attesta sui 4 gradi. E’ la birra dissetante per eccellenza. A questo tipo di birra appartengono alcune delle birre più comuni al mondo: dalla Heineken all’Amstel in Olanda, dalla Tuborg alla Carlsberg in Danimarca, all’Harp in Irlanda, alla Tennent’s in Scozia e così via. carlsberg


Lambic:

Le lambic sono birre belghe a fermentazione spontanea, ovvero si fa fermentare il mosto in gigantesche vasche, nei mesi freddi, all’aria aperta e successivamente in botte. La fermentazione è resa possibile grazie a lieviti presenti nell’aria. Presenta un sapore acidulo e fresco ed un colore opaco; la gradazione alcolica è di circa 4 gradi. Da notare l’assenza di schiuma. E’ fatta con una buona percentuale di frumento non germinato (35%). Alcuni tipi non tagliati hanno sapore più simile allo sherry che alla birra a causa della limitato quantitativo di anidride carbonica. Talvolta alla birra vengono aggiunti frutti quali lamponi (framboise), ciliegie (kriek), ribes (cassis), pesche (pèche), albicocche (abricot), o acini d’uva (druiven).

Birra leggera:

Definizione per una birra dal basso contenuto calorico e soprattutto alcolico. Spesso è una birra poco strutturata anche negli aromi e nel gusto.

 

Marzen:

Le Marzen sono birre tipiche della Baviera prodotte a marzo, da cui il nome, per il famoso Oktoberfest che si tiene a Monaco a fine settembre; sono lager, presentano un colore ambrato ed un contenuto alcolica che parte dai 6 gradi.


Malt Liquor:

Termine diffuso negli Stati Uniti per indicare una strong lager. Di colore chiaro con oltre il 5% di alcol.


Mild Ale:

Tra le birre più diffuse in Inghilterra. È di colore ambrato abbastanza carico, si differenzia dalla bitter per essere più maltata e meno luppolata. È anche leggermente meno alcolica, con circa il 3,5%.

 

Münchner/Monaco:

È stato codificato come uno dei primi stili di birra a bassa fermentazione. È scura con un carattere maltato e un’alcolicità attorno al 4,5%. Tipica di Monaco di Baviera.


Main Bock:

Birra bock prodotta per celebrare la primavera. Di solito è chiara e di qualità super-premium.


Old Ale:

Scura inglese ad alta fermentazione, tradizionalmente invecchiata un paio di anni prima di essere consumata. Possiede il 6% di alcol, buon corpo e gusto strutturato.


Pils-Pilsner:

Il nome pilsner deriva dalla città di Pilsen (Plzen) nella Repubblica Ceca, dove viene prodotta la Urquell. Nonostante a questo tipo di birra siano associate varietà più disparate, la vera pilsner non è altro che una lager molto luppolata. Si tratta quindi di birre chiare a bassa fermentazione dal caratteristico sapore amaro (solo le pils bavaresi lo sono di meno) e dal gusto secco, a volte speziato. Presentano una gradazione alcolica intorno ai 5 gradi.


Porter:

Le Porter sono birre inglesi ad alta fermentazione. Sono simili alle stout, composte prevalentemente da orzo con forte aroma di luppolo ma con struttura meno forte caratterizzate dal gusto amaro e dal colore scuro. Hanno un contenuto alcolico di 5-7 gradi alcolici.
L’origine è dovuta ad un certo Ralph Harwood che nel 1720 preparò, come era in voga ai tempi, una bevanda chiamata entirem partendo da tutti i tipi di birra esistenti: pale, mild, brown ale.
Il nome deriva dal fatto che la birreria di Mr. Harwood era vicino i grandi mercati di Londra ed i facchini (porters in inglese) ne costituivano la clientela più affezionata.


Pale Ale:

Ale inglese di colore ambrato con riflessi ramati o aranciati. Possiede un discreto corpo e un carattere luppolato e circa il 4% di alcol. Tipica di Burton-on-Trent.


Premium:

In teoria dovrebbe identificare una lager chiara di qualità superiore. Nella realtà è un termine spesso abusato che può non significare nulla


Rauchbier:

Si tratta di una birra tedesca a bassa fermentazione tipica della zona di Bamberg, in Franconia.
Ha un contenuto alcolico di circa 5 gradi. Si produce da malto in cui la germinazione è stata interrotta mediante l'affumicatura con legno umido di faggio.
Attraverso questa azione le birre presentano un caratteristico aroma di affumicato (rauch in tedesco significa fumo) che permane a lungo in bocca.
Occasionalmente è prodotta in versione bock.

 

SteinBier:

E’ una birra prodotta nel nord della Baviera. Il nome Steinbier, letteralmente birra di pietra, deriva dal fatto che la tecnica di produzione consiste nel tuffare nelle vasche di ebollizione pietre riscaldate a 1200 °C su un rogo di legni di faggio.
Ciò fa sì che lo zucchero del mosto venga caramellato sulla superficie delle pietre. Una volta raffreddate, le pietre vengono ributtate nella birra in fermentazione, dove lo zucchero si scioglie e compie la sua azione fermentatrice.
Il sapore è leggermente affumicato e secco simile alle Rauchbier.


Stout:

Birra ad alta fermentazione dal colore molto scuro, diretta discendente della porter.
Presenta un gusto amaro che ricorda il cacao ed il caffè, e una crema notevolmente densa. Il colore è dovuto al fatto chei i malti sono torrefatti in maniera così potente che vengono quasi grigliati.
Sicuramente la più famosa delle stout è la Guinness, dovuta ad Arthur Guinness che un giorno dimenticò il malto sul fuoco.
Tuttavia per curiosità lo conservò e ne produsse una birra tra le più famose del mondo. Se ne hanno svariate tipologie prodotte in diverse nazioni: sweet stout (dal sapore dolce), milk stout (col lattosio), oatmeale stout (con avena). Presentano una gradazione che va dai 4 i 5 gradi fatta eccezione la Imperial, una stout inglese che arriva a 7 gradi.


Saison:

Stile ad alta fermentazione tipico del Belgio di lingua francese. È una birra fresca e ben luppolata con un’alcolicità tra il 6 e l’8%. Spesso rifermentata in bottiglia, può essere indicata per l’invecchiamento.

 

Schwarzbier:

Lager tedesca di colore scuro, dal gusto deciso di malto e con un’alcolicità vicina al 5%.


Scotch Ale:

Ale proveniente dalla Scozia, di colore ambrato intenso con riflessi mogano. Indipendentemente dal contenuto alcolico, che può andare dal 3 al 10%, è una birra caratterizzata da evidenti note maltate.


Strong Ale:

Stile diffuso principalmente in Belgio e Gran Bretagna. Di solito è una birra ambrata e piuttosto aromatica. Supera facilmente il 6% di alcol.

 

Strong Lager:

Birra a bassa fermentazione e alto tenore alcolico, tipicamente chiara. Non sempre alla quantità di alcol corrisponde una complessa struttura gustativa.


Trappista:

Si tratta di birre fatte da monaci trappisti in Olanda e Belgio. Tali monaci si rifugiarono in quei paesi per sfuggire dalla Rivoluzione Francese e ivi fondarono delle birrerie per il sostentamento delle abbazie. Le birre trappiste sono in tutto sei: Chimay, Orval, Rochefort, Westmalle e Westvleteren in Belgio, La Trappe in Olanda. Sono birre ad alta fermentazione con rifermentazione in bottiglia. La sua gradazione alcoolica varia dai 6 ai 12 gradi ed il colore assume tonalità ambrate; la schiuma è consistente, spiccato il gusto e l'aroma.


Tripel-Triple:

Si tratta di una birra belga ad alta fermentazione, dal gusto fruttato e secco, fatta rifermentare in bottiglia. Presenta un colore dorato ed un contenuto alcolico di circa 7.5 gradi.


Vienna:

Birra a bassa fermentazione di colore ambrato scarico con un buon tasso alcolico e un gusto delicato.


WeisseBier-Weizen:

Si tratta di birre tedesche di frumento ad alta fermentazione, caratterizzate da una schiuma consistente e un sapore leggermente aspro in cui il lievito rimane in sospensione conferendo un colore opaco.La gradazione alcolica è in genere su 5 gradi. Esse assumono diversi nomi a seconda dei metodi di imbottigliamento o del colore; avremo perciò le Hefeweisse chiare con il lievito, le Dunkel dal colore ambrato, le Kristall, in cui il lievito è filtrato, dando un colore più brillante e le Weizenbock scure e più alcoliche (circa 7 gradi).


Weizen Bock:

Birra di frumento tedesca di colore ambrato scuro. Unisce in sé l’acidità di una weizen con la rotondità e la potenza di una bock.


Weizen Bier:

Birra di frumento americana. Meno fruttata di quelle europee ma ugualmente fresca e frizzante.


IceBeer:

Sono birre che hanno successo soprattutto in USA ed in Canada che consistono in una versione moderna della Eisbock.


Imperial Stout:

Stout nata nel Regno Unito per essere esportata nella Russia Imperiale. Concepita per essere conservata a lungo, è una birra più alcolica di una stout tradizionale, arrivando facilmente all’8%.


India Pale Ale-IPA:

Inglese destinata tradizionalmente all’esportazione in India. Versione più alcolica e luppolata della semplice pale ale, supera facilmente il 5% di alcol.



PER OFFRIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE DI PROFILAZIONE. CONTINUANDO LA NAVIGAZIONE ACCONSENTI ALL’UTILIZZO DEI COOKIE. PER SAPERNE DI PIÙ E PER MODIFICARE LE TUE PREFERENZE CONSULTA privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information